Nel corso di questi anni abbiamo realizzato diversi percorsi formativi nelle scuole e università di varie regioni d’Italia. Qui di seguito sono descritti i progetti che abbiamo realizzato di recente.

Scuole secondarie

Adotta una parola va a scuola


Adotta una parola va a scuola è un progetto di Wikimedia Italia, TER Turismo Emilia-Romagna e APT Servizi Emilia-Romagna, realizzato n collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia-Romagna e rivolto a classi delle scuole secondarie di primo e di secondo grado.
Il progetto ha coinvolto complessivamente 19 classi di 11 scuole in diverse città dell'Emilia Romagna.
Lo scopo del progetto, svoltosi nel 2011/2012 e nel 2014/2015, è quello di far “adottare” alle classi una voce di Wikipedia per loro rilevante, in modo da ampliarla tramite ricerche e approfondimenti e arricchire così i contenuti di Wikipedia.
Nell’ambito delle lezioni, esperti wikipediani hanno insegnato ai ragazzi il corretto utilizzo delle fonti, i linguaggi digitali connessi a Wikipedia e ai progetti wiki e un metodo di ricerca innovativo. Il progetto è stato inoltre un’opportunità per promuovere agli studenti uno comportamento attivo e collaborativo nell’uso del web.
A corredo del progetto, APT Servizi Emilia Romagna ha messo in palio 3 gite per le classi che hanno svolto il miglior lavoro.
“Grazie a questo corso ho scoperto tutto su Wikipedia! Wikipedia mi è sempre servita come strumento per farmi un’idea generale su qualcosa. Prima di oggi, però, non avevo mai pensato di scrivere una voce. Oggi ho capito che è una cosa alla portata di tutti e da oggi posso cominciare a contribuire anche io.”
Alice, studentessa

Scuole secondarie

Adotta una voce di Wikipedia al Degasperi


Adotta una voce di Wikipedia al Degasperi è un progetto promosso da Wikimedia Italia e dall’Istituto d’Istruzione “Alcide Degasperi”, scuola secondaria superiore di Borgo Valsugana, nella Provincia autonoma di Trento.
Il progetto è iniziato nel dicembre 2013 con i primi corsi di formazione ed è terminato a giugno 2014 con una cerimonia di premiazione. Al corso di formazione hanno partecipato 20 classi per 228 studenti coinvolti complessivamente. Si sono tenute 18 lezioni extracurricolari pomeridiane in un arco di tempo di 2-3 settimane. Ogni classe ha adottato un gruppo di voci collegate dal punto di vista tematico ed ha avuto tempo fino al 30 aprile 2014 per pubblicarle.
I lavori sono stati giudicati da una giuria di wikipediani ed esperti. I gruppi che hanno realizzato i lavori migliori hanno vinto un iPad mini 16GB Wi-Fi per ciascun partecipante.
L’iniziativa è stata sponsorizzata dalle Casse Rurali locali e ha ricevuto il patrocinio del Comune di Borgo Valsugana e della Comunità di valle locale.
"Una delle cose che mi colpiscono sempre è l’entusiasmo di ragazzi e insegnanti per la riscoperta del fare ricerca. Gli studenti, per scrivere le voci, devono consultare libri e riviste di settore, perciò quello che sembra un mezzo veloce e immediato come Wikipedia diventa invece lo spunto per acquisire uno spirito critico e la capacità di effettuare uno studio approfondito della materia."
Dario, wikipediano esperto

Scuole secondarie

Vivarium


Vivarium è un progetto finalizzato a supportare i docenti e gli studenti nell’utilizzo della tecnologia wiki nell’organizzazione della didattica. Nel 2016, il progetto ha coinvolto il Liceo delle scienze umane “E.Gianturco” di Potenza e il Liceo scientifico “Mons. Mangino” di Pagani (SA) ed è stato patrocinato dal Dipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale dell’Università di Salerno.
Gli studenti del Liceo di Potenza hanno realizzato un wikibook sul cyberbullismo e sono impegnati nella scrittura di un nuovo manuale sul metodo di studio. Gli studenti del Liceo di Pagani hanno creato un wiki scolastico e lo hanno riempito di contenuti didattici e relativi ai beni culturali del territorio.
I risultati del lavoro sono stati presentati presso l’Università di Salerno.
Dopo questa felice sperimentazione, la didattica wiki è entrata a far parte delle metodologie e delle attività formative delle due scuole, coinvolgendo un numero più ampio di classi e studenti.
“Imparare a usare Wikipedia è importante perché se sai come viene scritta, diventi un lettore più critico e capace di interpretare i testi. Quello di Wikipedia è un metodo di lavoro molto costruttivo perché si tratta di un processo di scrittura collaborativa. Inoltre, si trasmette l’idea di creazione di un bene comune. Creare qualcosa che ha valore per se stessi, ma anche per tutti gli altri. Un messaggio importante per i ragazzi di questa età”.
Ivana, docente

Scuole secondarie

WiBrugherio


WiBrugherio è un progetto promosso dalla Biblioteca civica di Brugherio, dal Comune di Brugherio e da Wikimedia Italia.
Il progetto, partito a febbraio 2015, con il coinvolgimento dei bibliotecari e di alcuni volontari, si è esteso, nei mesi a cavallo tra il 2015 e il 2016, ad alcune classi della scuola secondaria di primo grado Fratelli John e Robert Kennedy. Il corso ha visto la partecipazione di tre classi seconde, ciascuna delle quali ha partecipato a undici ore di lezione, tre di introduzione teorica e le restanti otto di pratica sui progetti Wikimedia e OpenStreetMap.
I lavori sono andati a migliorare la la documentazione online relativa al comune di Brugherio nell'anno del 150° anniversario della sua fondazione e sono stati mostrati nell'ambito di un'esposizione sulla storia e il patrimonio culturale della città.
“È importante che i docenti ci facciano valutare non solo il punto di vista prettamente accademico della materia, ma anche pratico. Questa lezione è stata molto utile per capire cosa c’è dietro Wikipedia e come possiamo interagire con l’enciclopedia.”
Guido, studente

Università

#WikiTIM


#WikiTIM è un progetto nato nel 2016 da collaborazione tra TIM e Wikimedia Italia con l’obiettivo di promuovere lo sviluppo della conoscenza digitale nel nostro Paese attraverso la sinergia tra la nota azienda, le Università e i progetti Wikimedia (primo tra tutti Wikipedia).
La prima fase pilota del progetto, iniziata il 27 aprile 2016, ha visto coinvolta l’Università Carlo Bo di Urbino, con la Cattedra del Prof. Giovanni Boccia Artieri (sociologo, saggista e docente di Scienze della Comunicazione) Il primo ciclo si è concluso il 18 maggio 2016 con un momento ufficiale di scrittura e pubblicazione di nuove voci su Wikipedia.
A ottobre 2016 #WikiTIM è tornato in azione con il Politecnico di Milano. Il Polo di Como e Lecco del POLIMI sono stati coinvolti in un nuovo processo di riscrittura di alcune voci sul tema della cartografia e della tecnologia digitale.
L’evento finale conclusivo del secondo ciclo si è svolto il 14 dicembre 2016 presso la sede del Politecnico di Milano di Piazza Leonardo da Vinci 32 e ha visto La terza tappa di #WikiTIM ha coinvolto gli studenti della LUISS Business School di Roma a partire da febbraio 2017 e si è conclusa il 28 aprile; l’iniziativa è stata lanciata il 26 aprile 2017 dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e coinvolgerà nei prossimi mesi gli studenti della facoltà di Ingegneria Informatica.
"È credenza comune che Wikipedia snobbi i contributi degli esperti, perché vuole costruire un'enciclopedia dal basso. Nulla di più falso! Le persone che si occupano di un tema specifico sono le più indicate per pubblicare e aggiornare le voci relative al loro campo di studi. Ben vengano dunque idee come quella di #WikiTIM, dove un'azienda fa da catalizzatore per iniziare un trasferimento di informazioni dall'università a chiunque sia interessato." Maurizio Codogno, portavoce Wikimedia Italia