Liberiamo la bellezza! L’esposizione Opera Libera a Roma, occasione per parlare di libertà di panorama

Mostra Opera Libera a Villa Giulia: vi aspettiamo dal 4 al 30 luglio! Newsletter n. 149 del 28 giugno 2017
28 giugno 2017
castello_federiciano_web
L’impatto positivo di Wikipedia sul turismo: uno studio stima la crescita a +9%
12 luglio 2017
Show all

Liberiamo la bellezza! L’esposizione Opera Libera a Roma, occasione per parlare di libertà di panorama

st_michaels_mount_ii5302_x_2982

Inaugurerà domani a Roma la mostra Opera Libera, promossa dal Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia insieme a Wikimedia Italia e EneganART: l’esposizione, studiata per dialogare con la collezione dell’importante Museo, è il risultato di tre differenti iniziative: Wiki Loves Monuments, Connected Open Heritage e il concorso di arte contemporanea EneganART.
L’evento di lancio della mostra, che si svolgerà martedì 4 luglio alle ore 10,30 presso la Sala della Fortuna in Villa Giulia sarà anche l’occasione per promuovere un confronto con le istituzioni sul tema della libertà di panorama e sul tema della libera riproduzione dei beni culturali, per scopi anche commerciali, grazie alla tavola rotonda “”Il valore dell’eredità culturale per la società”. Il libero riuso della fotografia oltre il tabù del lucro”.
Punto di partenza per la discussione sarà anche il recente accoglimento da parte del Governo dell’ordine del giorno – a prima firma dell’Onorevole Veronica Tentori, presentato nell’ambito della discussione del DDL Concorrenza – che prevede importanti misure volte a facilitare la diffusione delle riproduzioni dei beni culturali attraverso la rimozione del limite del “lucro indiretto”, quale limite alla diffusione delle riproduzioni stesse. Questo risultato si pone in continuità con il percorso già iniziato nel 2016 insieme all’On. Tentori, che aveva visto il lancio su Change.org della petizione “Liberiamo la bellezza” per la libertà di panorama in Italia.
Con l’ordine del giorno approvato lo scorso 28 giugno, il Governo si è impegnato a favorire la libera riproduzione e divulgazione di immagini di beni culturali pubblici visibili dalla pubblica via, per qualsiasi finalità, anche commerciale e di fornire chiarimenti, se dal caso normativi, circa la libera riproduzione e divulgazione di immagini di beni culturali pubblici qualora vengano utilizzate licenze Creative Commons Share Alike o altre licenze libere.
Siamo forse a un punto di svolta? Domani a Roma avremo modo di discuterne con Lorenzo Casini, Consigliere giuridico del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Lorenzo Losa, Presidente di Wikimedia Italia, il Professor Giorgio Resta della Università di Roma3, Valentino Nizzo, Direttore del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, Cecilie Hollberg, Direttrice della Galleria dell’Accademia di Firenze, Rosa Maiello, Presidente AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e Tiziana Maffei, Presidente ICOM (International Council of Museums).
Vi aspettiamo!

Nell’immagine: St. Michaels Mount in Inghilterra. Foto di Fuzzypiggy (opera propria) CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons. Lo scatto fa parte della mostra Connected Open Heritage.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *