Wikimedia per il sociale

Wikimedia per il sociale

Le piattaforme open che promuove Wikimedia Italia sono un valido supporto nella realizzazione di progetti a favore delle persone in difficoltà.

Entra anche tu nel mondo della conoscenza libera.

Il mondo della conoscenza libera si apre a nuovi pubblici di riferimento: una ginnastica per la mente

Ragazzi con problemi nell’apprendimento o con nuove abilità, persone con deficit cognitivo o con differenti modelli di apprendimento, che hanno problemi di alfabetizzazione o che non conoscono bene l’italiano perché provengono da contesti migratori. Persone che possono essere coinvolte nel mondo della conoscenza libera attraverso dei progetti innovativi che abbiamo deciso di sviluppare insieme ad associazioni che si occupano da anni di cooperazione sociale.

Questa contaminazione positiva fa nascere soluzioni innovative, supportate dalla tecnologia che oggi consente di andare incontro alle esigenze più differenti.

Formati di lettura diversi, mappe personalizzate, testi di lettura semplificati, tutto accessibile dalle piattaforme online e open che promuove Wikimedia Italia.

Open mapping, realizzazione di applicazioni per agevolare i percorsi “agili” dedicate alle persone con difficoltà motorie, applicazioni per accedere all’arte e per conoscere il nostro patrimonio culturale attraverso un linguaggio semplificato e chiaro.

Percorsi agili: una Web App per facilitare gli spostamenti di chi ha difficoltà motorie

 

Stiamo lavorando alla realizzazione di una Web App dedicata alle persone con abilità motorie differenti affinché possano organizzare i propri spostamenti in città e in altri luoghi.

Per gli spostamenti in città è prevista la presenza di una mappa che consente di visualizzare le strutture ricettive (negozi, bar e ristoranti) prive di barriere architettoniche, le fermate degli autobus con rampe di accesso e le stazioni ferroviarie con ascensori e scivoli per raggiungere i binari.

La Web App si basa su OpenStreetMap – OSM un progetto di mappatura libera e collaborativa conosciuto anche come “la Wikipedia delle mappe”.

Questo permette di creare una rete di sostegno e aiuto reciproco.

Un progetto collaborativo a favore della comunità. Un primo progetto pilota a cui ne seguiranno altri per favorire l’integrazione e l’inclusione sociale con l’utilizzo delle piattaforme open.