Genitori a scuola di Wikipedia all’IIS Boscardin di Vicenza

Più voci alla scienza sull’enciclopedia libera, ci pensano gli studenti del Politecnico di Milano
22 Maggio 2019
La scuola sta finendo…ma non le nostre attività! – Newsletter n. 195 del 22 maggio 2019
22 Maggio 2019
Show all

Genitori a scuola di Wikipedia all’IIS Boscardin di Vicenza

Non si è mai troppo adulti per sedersi ai banchi di scuola: è quello che hanno pensato i nostri volontari Maria Pia Dall’Armellina e Marco Chemello quando hanno proposto ai membri del Comitato genitori dell’Istituto Scolastico Boscardin di Vicenza un mini-corso di sei ore sui progetti Wikimedia.

“Si è trattato di una delle prime esperienze con una classe di adulti all’interno di un istituto scolastico“, ci ha raccontato Maria Pia, “anche per noi è stata una sperimentazione, che ha dato i suoi frutti. Le persone che si sono presentate erano sicuramente interessate: quasi tutti conoscevano Wikipedia, ma non avevano un’idea chiara sul suo funzionamento. Anche i progetti fratelli, come Wikimedia Commons, erano completamente sconosciuti ai partecipanti: li hanno scoperti insieme a noi”.

“Mi sono iscritta perché ero curiosa di capire come funziona l’enciclopedia libera, visto che i miei ragazzi la consultano di frequente” , ci ha raccontato una delle mamme che hanno partecipato al modulo, “Mi sono chiesta: come posso indirizzare miei figli se sono la prima a non sapere esattamente che cosa stanno leggendo? Quello che ho scoperto mi ha stupita: non sapevo si potesse intervenire facilmente sulle voci di Wikipedia né pensavo si potessero creare voci ex novo.”

“Una delle cose che più impressiona le persone, oltre a scoprire i meccanismi di contribuzione a Wikipedia, è vedere che “dietro” l’enciclopedia libera non c’è una redazione ma un grande numero di utenti volontari che contribuisce al suo sviluppo.” – ci ha detto Maria Pia – “Le dinamiche di scrittura collaborativa, di creazione condivisa del consenso e la comunicazione attraverso le pagine di discussione sono completamente nuove e contraddistinguono i progetti Wikimedia  da tutte le altre piattaforme online.”

“Sapere che per Wikipedia è centrale l’importanza delle fonti e bisogna sempre fare ricerca per scrivere una voce mi ha confortato e ha cambiato la mia opinione sull’enciclopedia, a cui non davo troppa fiducia” ci ha detto un’altro dei genitori che hanno partecipato al corso “Ne ho parlato con i miei figli, spiegando loro quanto è importante leggere criticamente le informazioni online e non dare nulla per scontato, nemmeno le parole dell’enciclopedia libera!”
Concorda Maria Pia, che aggiunge “spero che i genitori che hanno partecipato al corso spieghino ai loro ragazzi che il sapere non va solo consumato, ma va anche prodotto attraverso una partecipazione attiva. Questa non è un’attività banale ma implica studio e una adeguata metodologia di ricerca.“

Nell’immagine: Al lavoro su Wikipedia: consultare le fonti è essenziale! Di ProtoplasmaKid, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

1 Comment

  1. Francesco Carbonara ha detto:

    “Nuova” e bellissima e utile iniziativa. Bravo Marco e tutti i colleghi che la hanno ideata e realizzata!

Rispondi a Francesco Carbonara Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.