Le Città d’Arte dell’Emilia Romagna protagoniste

Come caricare le fotografie
4 Settembre 2014
FIAF, un Partner Culturale d’eccezione!
9 Settembre 2014
Show all

Le Città d’Arte dell’Emilia Romagna protagoniste

(di Walter Manni)

Per il terzo anno consecutivo l’Emilia Romagna, in collaborazione con Wikimedia Italia, partecipa al concorso fotografico internazionale Wiki Loves Monuments con ben 498 monumenti e siti d’arte liberati e fotografabili tra Piacenza e Rimini ed 81 Istituzioni coinvolte, inclusi i siti Unesco regionali.

Anche per l’edizione 2014, grazie al lavoro di APT Emilia Romagna e Unione Città d’Arte dell’Emilia Romagna, sono centinaia i monumenti resi disponibili per essere fotografati su tutto il territorio regionale e la regione tenterà di ripetere il successo riscontrato nelle scorse edizioni.

Andrea Parisi - Museo della cattedrale - Chiostro ottava classificata al concorso 2013

Museo della Cattedrale – Chiostro (Ferrara), di Andrea Parisi [CC-BY-SA], via Wikimedia Commons

Nel 2013 infatti l’Emilia Romagna si è aggiudicata ben cinque premi su dieci con le foto raffiguranti il Cimitero di San Cataldo (Mo), la Rocca Sanvitale di Fontanellato (Pr), il Cimitero Urbano di Poviglio (Re), il Museo della Cattedrale e il Teatro Comunale di Ferrara; mentre nella prima edizione del 2012 la foto di Andrea Parisi, “Teatro Comunale di Ferrara” arrivò 3° al contest italiano e 5° al contest internazionale, e quella di Giacomo Barbaro, “Fontana di Nettuno” 10° al contest italiano.

Per l’edizione 2014 si è registrata una vera e propria mobilitazione del territorio regionale: sono infatti 81 le istituzioni tra pubbliche e private che hanno dato la propria adesione, ben 15 in più rispetto al 2013, tra cui, tra gli altri, 55 Comuni e due Province. Un lavoro che ha portato a ben 498 i monumenti e siti d’arte liberati da Piacenza a Rimini; 315 di essi sono immediatamente fotografabili e disponibili per partecipare al contest, aperto a cittadini e turisti, mentre i restanti 183 mentre scriviamo sono ancora in attesa delle autorizzazioni MIBACT necessarie per renderli effettivamente immortalabili.

La lista completa dei monumenti resi disponibili ad essere fotografati quest’anno è stata pubblicata anche sul sito delle Città d’Arte dell’Emilia Romagna e ogni iscritto potrà sceglierne uno o più tra questi, caricando lo scatto relativo a partire dall’elenco presente su questo sito.

Comments are closed.