Safari a Pompei: work in progress! (intanto ecco come prenotarsi)

FIAF, un Partner Culturale d’eccezione!
9 Settembre 2014
Sostieni la cultura!
16 Settembre 2014
Show all

Safari a Pompei: work in progress! (intanto ecco come prenotarsi)

C’è feeling e unione d’intenti, ormai è chiaro! Dopo aver ottenuto l’autorizzazione della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia per la partecipazione al contest Wiki Loves Monuments, la nostra collaborazione con Wikimedia Italia continua, guardando verso un comune obiettivo: diffondere le immagini per la valorizzazione del patrimonio e la diffusione della conoscenza. Quest’anno, per la prima volta dunque, le fotografie del parco archeologico più famoso al mondo potranno partecipare al contest. E noi speriamo che tanti fotografi scelgano gli affascinanti soggetti/oggetti che questo luogo fuori dal tempo conserva.

Per questo, con la collaborazione della Direzione Generale del Grande Progetto Pompei e della Soprintendenza, vi invitiamo il 27 settembre a partecipare ad un safari fotografico pensato per i partecipanti al concorso.

OpenPompei offre 50 biglietti d’ingresso alle prime 50 persone che si iscriveranno entro il 22 settembre: qui il form da compilare per la prenotazione del proprio biglietto!

I fotografi, nel corso del safari, procederanno di regio in regio e anche attraverso la necropoli per cogliere al meglio l’opportunità unica di fotografare il maggior numero possibile di oggetti in elenco e di illustrare le pagine dedicate alle singole regiones di Pompei su Wikipedia. C’è tanto lavoro e tanti “buchi” da colmare: ad esempio andando nella pagina dedicata alla Regio I, si scopre che non è stata inserita ancora nessuna immagine della casa del Criptoportico, il cui restauro architettonico e strutturale, finanziato nell’ambito del Grande Progetto Pompei, si è concluso pochi mesi fa.

foto

Per cogliere al meglio l’importanza che WLM ed il safari correlato rappresentano per la valorizzazione e la conoscenza del sito, basta il confronto con un sito australiano, Pompei in Pictures, in cui sono stati caricate ad oggi ben 18 foto della Casa del Criptoportico.

Colpisce moltissimo la lettura delle motivazioni che hanno spinto due privati cittadini australiani, Jackie e Bob Dunn, a realizzare questo progetto (che continua ad implementare la galleria di immagini grazie a contributi di chiunque invii foto):

Many of the books only contained photos of the same well visited houses. None showed the smaller homes and houses, which seemed ignored but just as interesting.
(…) we have built a photographic record indicating all the doorways of houses, shops, temples, workshops, bars and ancient pubs as a way to clear the mystery once and for all and provide a solid base for students, teachers, authors, museums, researchers and all to use for reference.

Le stesse considerazioni hanno spinto all’organizzazione del safari: su Wikimedia Commons mancano spesso le foto dei monumenti meno visitati e sarebbe utile iniziare a costruire, con il contributo di tutti i partecipanti, una documentazione fotografica dettagliata della città di Pompei, che sia anche un utile strumento per chiunque voglia approcciarsi alla conoscenza del sito, spinto dalla curiosità o per motivi di studio e ricerca.

A breve informazioni più dettagliate su orari e organizzazione logistica del 27, ma intanto non c’è tempo da perdere per iscriversi!

2 Comments

  1. Maria teresa facchini ha detto:

    Sono entusiasta dell’iniziativa e vorrei partecipare