Software e dati geografici liberi: imperdibile appuntamento a Padova con FOSS4G-it 2019

Ogni lungo viaggio inizia col primo passo: al via la collaborazione con OBC Transeuropa
30 gennaio 2019
Sai dove crescono le mappe libere? All’Orto Botanico di Padova! – Newsletter n. 186 del 30 gennaio 2019
30 gennaio 2019
Show all

Software e dati geografici liberi: imperdibile appuntamento a Padova con FOSS4G-it 2019

Manca meno di un mese alla terza edizione di FOSS4G-IT, il convegno che riunisce appassionati e professionisti del software open source e dei dati liberi in ambito geografico.
Dopo il successo dell’edizione 2017 a Genova e del 2018 a Roma, l’iniziativa sarà ospitata quest’anno dal 20 al 24 febbraio a Padova presso le aule del dipartimento di Ingegneria Civile, Edile ed Ambientale (DICEA) in via Marzolo 9 e via Ognissanti 39 e negli splendidi spazi dell’Orto Botanico cittadino, il più antico del mondo nonché patrimonio dell’umanità UNESCO.
Il convegno sarà un’occasione unica di confronto per fruitori e sviluppatori di software geografico libero e per chi raccoglie o si serve di dati geografici open: studiosi, ricercatori ma anche aziende e rappresentanti della pubblica amministrazione.
La giornata di apertura dell’evento, mercoledì 20 febbraio, sarà dedicata ai workshop: più di venti sessioni pratiche sulle tematiche più disparate, dall’editing in OpenStreetMap all’acquisizione e utilizzo di dati per la creazione di modelli 3D di beni culturali fino alla gestione di immagini catturate da droni con OpenDroneMap.
Giovedì e venerdì si entra nel vivo del convegno: il Giardino della Biodiversità e l’Orto Antico di Padova accoglieranno più di 10 sessioni con oltre 60 interventi di relatori di rilievo, tra cui un keynote speech di Bernardo De Bernardinis, coordinatore del Forum Nazionale degli Utenti del Programma Copernicus nella giornata di giovedì.
Come per le precedenti edizioni, nel quadro dell’iniziativa si terranno anche gli incontri annuali di più comunità open tra cui GRASS, GFOSS e ArcheoFOSS e come di consueto il sabato, 23 febbraio, sarà la giornata dedicata interamente a OpenStreetMap.
I volontari attivi su OSM proporranno attività di mappatura sia in loco, concentrandosi sulla registrazione di dati sull’accessibilità e la ciclabilità a Padova, che da remoto, con il lancio di una nuova collaborazione con la sezione GIS delle Nazioni Unite in Italia. In particolare, attraverso l’ormai famoso Tasking Manager, i partecipanti saranno chiamati a raccogliere e registrare informazioni su aree della Somalia dove molte missioni delle Nazioni Unite stanno operando al momento.
Quest’anno per la prima volta il raduno vedrà anche coinvolta anche la comunità italiana di QGIS con il IV HackFest, che si svolgerà il 23 e il 24 febbraio: una maratona aperta a tutti (non solo agli sviluppatori!) per migliorare il noto sistema di informazione geografica libera e open source.
Ancora non vi abbiamo convinti a partecipare? Sappiate che, grazie all’impegno dei volontari e al sostegno degli sponsor dell’iniziativa, la partecipazione a FOSS4G-IT è  anche quest’anno libera e gratuita, con obbligo di registrazione per una migliore gestione dell’organizzazione del convegno.
Per i workshop invece si richiede una modestissima quota di partecipazione, che verrà impiegata a copertura di parte delle spese di organizzazione del convegno; l’accesso è invece gratuito per gli studenti dell’Università di Padova, i soci Wikimedia Italia e GFOSS.it.
Vi aspettiamo!

Nell’immagine: L’Orto Botanico di Padova, uno dei luoghi che ospiteranno Foss4G-IT 2019. Di Rollroboter, CC BY-SA 3.0, via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *