Un vuoto colmato dalla conoscenza libera: a Bolzano la prima edizione del concorso Fabrizio Rocca

Il nostro statuto cambia per la Riforma del terzo settore: scopri come e vota in assemblea!
17 Giugno 2019
Schio parla al mondo, con i progetti Wikimedia
19 Giugno 2019
Show all

Un vuoto colmato dalla conoscenza libera: a Bolzano la prima edizione del concorso Fabrizio Rocca

Una giornata all’insegna del sapere aperto e della condivisione per ricordare Fabrizio Rocca, studente di Bolzano appassionato di informatica scomparso prematuramente lo scorso anno: la prima edizione del concorso dedicato alla memoria del giovane si è svolta martedì 11 giugno 2019 presso il NOI Techpark, il nuovo polo tecnologico inaugurato di recente nel capoluogo dell’Alto Adige.

La competizione, ideata dalla famiglia di Fabrizio con il supporto di docenti e amici e aperta a tutti gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, nasce con l’obiettivo di stimolare i ragazzi a mettere a disposizione della comunità le proprie conoscenze informatiche: solo se il sapere è di tutti potrà infatti rimanere nel tempo, superando l’individuo per diventare patrimonio della collettività.

Al concorso hanno partecipato più di trenta ragazzi che hanno lavorato individualmente o in gruppi alla produzione e al caricamento di tutorial informatici su Wikiversità, il progetto di Wikimedia Foundation che raccoglie materiali per l’apprendimento rigorosamente rilasciati con licenza libera.

Lavorare su Wikiversità è stato estremamente gratificante – ci ha detto uno dei ragazzi coinvolti – Perché quando sei al lavoro pensi che quello che produrrai servirà a tutti. Credo che questa sia davvero la parte migliore del concorso!

Conoscevo in parte il funzionamento dei progetti Wikimedia, ma non avevo mai utilizzato Wikiversità – ha aggiunto un altro degli studenti che hanno partecipato al concorso – L’ho trovato estremamente intuitivo: una volta capito come va strutturata una pagina e come vanno gestite le licenze dei contenuti è stato tutto piuttosto semplice. La cosa più complicata è stata scegliere il tema su cui lavorare con il mio team di lavoro: ne abbiamo discusso tanto ma alla fine ce l’abbiamo fatta!
Nell’ambito del concorso sono stati prodotti dieci tutorial per Wikiversità dedicati a studenti delle scuole medie – nove in italiano e uno in inglese – spaziando tra vari temi, da Come usare GIMP a Realizzare un balletto di Fortnite su Scratch.

Volete sapere chi si è aggiudicato il primo premio? Venerdì 14 giugno, la giuria composta da due rappresentanti dell’Intendenza scolastica, dalla signora Raffaella De Rosa – mamma di Fabrizio, da tre studenti universitari amici del ragazzo e dal nostro socio Matteo Ruffoni ha assegnato i 2.500 euro in palio al gruppo di ragazzi che hanno prodotto il tutorial Genetica con Scratch, un progetto volto a rendere più facilmente comprensibili agli studenti le leggi di Mendel grazie all’utilizzo del software Scratch.

Non resta che attendere la prossima edizione del concorso, che insieme al ricordo di Fabrizio continuerà ad esistere creando sapere condiviso, per tutti!

Nell’immagine: I giovani partecipanti al concorso Fabrizio Rocca. Di Mattruffoni, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.