Biblioteche e open data: il contributo di Wikimedia Italia al Convegno delle Stelline

dalla_finestra_del_primo_piano
La mostra di Wiki Loves Monuments in tour: prima tappa ad Asti
8 marzo 2017
terremoto_centro_italia_2016_-_amatrice_2
Archeoarte e Rai Radio 3: podcast liberi per raccontare i beni culturali danneggiati dal sisma
8 marzo 2017
Show all

Biblioteche e open data: il contributo di Wikimedia Italia al Convegno delle Stelline

800px-loc_main_reading_room_highsmith

Anche quest’anno Wikimedia Italia parteciperà al Convegno delle Stelline, il principale appuntamento rivolto agli operatori del mondo delle biblioteche.
Il tema individuato dagli organizzatori per l’edizione 2017 è assolutamente in linea con i valori dell’Associazione: “La biblioteca aperta” è un invito a ripensare le istituzioni perché siano inclusive, accessibili a tutti e capaci di sfruttare le opportunità offerte dalla tecnologia digitale, comprese quelle connesse agli open data.
L’Associazione porterà il suo contributo in più sessioni: giovedì 16 marzo dalle 14,30 alle 16,30 in Sala Grassi, Marco Chemello (Wikipediano in residenza presso BEIC), Lorenzo Losa (Presidente di Wikimedia Italia) e Alessandro Palmas (project manager OpenStreetMap) presenteranno nell’ambito della tavola rotonda “Dalle foto alle strade: l’archivio di Paolo Monti e OpenStreetMap” il prototipo di geolocalizzazione dell’archivio fotografico Paolo Monti di  Fondazione BEIC, studiato (e in corso di sviluppo) per consentire la navigazione su base geografica delle immagini attraverso una piattaforma basata su OpenStreetMap.
Sempre nella giornata di giovedì alle ore 12,00 in Sala Solari, Federico Leva (GLAM Specialist per Wikimedia Italia) sarà coinvolto nella sessione a cura di MLOL “Come costruire la biblioteca digitale aperta: work(s) in progress”.
Venerdì 17 marzo dalle 9,30 alle 13,00 Lorenzo Losa parteciperà alla tavola rotonda istituzionale “Tecniche e strategie di condivisione” (Sala Leonardo) con un intervento focalizzato su Wikidata e sulle potenzialità del database libero e collaborativo per le biblioteche.
Il dibattito, introdotto e coordinato da Simonetta Buttò (Direttore di ICCU – Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane e per le Informazioni Bibliografiche), vedrà coinvolti Pierluigi Feliciati (Università degli Studi di Macerata), Rosa Maiello (Direttore della Biblioteca di Ateneo, Università di Napoli “Parthenope”), Anna Maria Tammaro (Chair IFLA Library Theory and Research Section), Gino Roncaglia (Università degli studi della Tuscia), Tiziana Possemato (Direttore @cult) e Paolo Ongaro (Gruppo Meta).
Per maggiori informazioni sul convegno e iscrizioni si veda: http://www.convegnostelline.it

nell’immagine: Il Palazzo Thomas Jefferson sede della Library of Congress. Foto di Carol M. Highsmith – opera propria, public domain, via Wikimedia Commons.

2 Comments

  1. Marco Chemello scrive:

    Occhio a togliere il “che” di troppo nella frase “piattaforma che basata su OpenStreetMap.” Grazie in anticipo.

  2. Francesca Ussani scrive:

    Fatto! Grazie per la segnalazione Marco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *