Le iniziative di WikiDonne per il mese di marzo

marucelliana_web
Archivi e biblioteche: il lungo (e difficile) percorso verso la libera riproduzione fotografica delle fonti documentarie
21 febbraio 2017
participants_learning_at_nzspecies_web
Wikipedia in italiano si arricchisce di contenuti: le editathon in programma a marzo e aprile
21 febbraio 2017
Show all

Le iniziative di WikiDonne per il mese di marzo

nlw_artfeminism_sito

Lo sapevate che solo il 14,4% delle voci biografiche su Wikipedia in italiano sono relative a donne? Il mese di marzo sarà ricco di iniziative volte ad arricchire l’enciclopedia libera di articoli che trattano argomenti femminili, valorizzando l’importante contributo delle donne alle evoluzioni storiche, artistiche e culturali.
Gli eventi su tutto il territorio nazionale saranno coordinati da Wikimedia Italia e WikiDonne, il gruppo di wikipediane italiane che svolgono attività volte a ridurre il gender gap nel mondo wiki, riconosciuto ufficialmente da Wikimedia Foundation.
Si partirà l’8 marzo, nella data simbolica della Giornata internazionale della donna, con un’editathon che si svolgerà per la prima volta in un Archivio di Stato, a Firenze, alla presenza di Carla Zarrilli, Direttrice dell’Archivio, Diana Maria Toccafondi, Soprintendente archivistico e bibliografico per la Toscana.
L’appuntamento si inserisce nell’ambito dell’iniziativa “La mujer que nunca conociste” (la donna che non hai mai incontrato) promosso dall’Iniziativa di Cooperazione regionale per l’Ibero-America (Iberocoop).
Sarà poi la volta di Art + Feminism: la maratona globale di scrittura su Wikipedia  che si pone l’obiettivo di migliorare e creare nuove voci su artiste donne e incoraggiare la partecipazione al femminile nella produzione di contenuti sulla grande enciclopedia libera.
Per la prima volta quest’anno Art + Feminism fa tappa in più città in Italia: gli eventi si terranno sabato 11 marzo presso BASE Milano, il progetto per la cultura e la creatività che ha visto rinascere e restituire alla città gli storici spazi dell’ex Ansaldo, dove la maratona di scrittura si concentrerà su arte digitale, interattiva e nel campo dei videogiochi sperimentali, il MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, con l’accento sull’arte contemporanea, architettura e fotografia, le Gallerie degli Uffizi di Firenze – che si concentreranno sulla biografia e i lavori di Suor Plautilla Nelli, le cui opere sono ospitate al Museo per una mostra personale che inaugura l’8 marzo 2017, organizzata dalle Gallerie degli Uffizi con il sostegno di Opera Musei Fiorentini e Advancing Women Artists Foundation, – il Caffé culturale Arté di Battipaglia (SA), con focus su artiste campane e sulle miniaturiste, e il Museo Archeologico Provinciale di Potenza.  Un ulteriore incontro, organizzato dalla Biblioteca di Area Linguistica (BALI) dell’Università Cà Foscari  è fissato per l’8 marzo a Venezia, nall’ambito del calendario MarzoDonna del Comune di Venezia.
Maggiori informazioni sugli eventi sono disponibili a questo link.

nell’immagine: Editathon Art + Feminism 2016 alla National Library of Wales. Foto di Jason.nlw – opera propria, CC0, via Wikimedia Commons.

1 Comment

  1. Nemo scrive:

    Cancellare qualche migliaio di voci su vescovi e calciatori sicuramente potrebbe velocemente incrementare quella percentuale. 🙂 Non so però quanto ciò beneficerebbe le donne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *