I luoghi della cultura su OpenStreetMap con il Torino Mapping Party! – Wikimedia Italia

I luoghi della cultura su OpenStreetMap con il Torino Mapping Party!

Le wikigite del fine settimana: santi e…navigatori!
18 Settembre 2019
FOSS4G Italia 2020: il convegno sui dati geografici liberi a Torino a febbraio, aperte le candidature per intervenire
24 Settembre 2019
Show all

I luoghi della cultura su OpenStreetMap con il Torino Mapping Party!

Per il terzo anno consecutivo torna il Torino Mapping Party, l’iniziativa promossa da Wikimedia Italia, 5T e ITHACA – con il patrocinio della Città di Torino – con l’obiettivo di coinvolgere i cittadini del capoluogo piemontese nell’aggiornamento delle mappe libere di OpenStreetMap.

L’evento, che si inserisce nel programma di Torino Design of the City e vede quest’anno il coinvolgimento dell’Università degli Studi di Torino e dell’Associazione Torino+Cultura Accessibile, si svolgerà venerdì 4 ottobre a partire dalle 9 presso la Sala Principi d’Acaja dell’Università degli Studi di Torino.
Assistiti da mappatori esperti e volontari OSM, i partecipanti impareranno come registrare dati sulla “Wikipedia delle mappe” e potranno fin da subito cimentarsi con l’aggiornamento del database, su cui è basato anche il servizio di infomobilità Muoversi a Torino, sviluppato proprio da 5T.

Dopo aver lavorato nel 2017 sulla mappatura dei percorsi ciclabili e di altri elementi urbani e sull’accessibilità del centro cittadino nel 2018, quest’anno l’obiettivo del mapping party sarà registrare su OSM dati relativi ai musei e ai principali siti di interesse culturale torinesi, per meglio descriverne gli spazi e le modalità di fruizione da parte del pubblico.

La partecipazione all’evento, come ogni anno, è completamente gratuita ma i posti a disposizione sono limitati: iscrivetevi subito sulla pagina Eventbrite dell’evento per prendere parte a questa giornata all’insegna della conoscenza libera.
Vi aspettiamo!

Nell’immagine: La Mole Antonelliana, che ospita il Museo Nazionale del Cinema. Di Hpnx9420, CC BY 3.0, via Wikimedia Commons