Introduzione a Wikimedia Commons, parte due: categorizzare

Tempietto del Clitunno – immagine della settimana
8 Maggio 2013
Finestre italiane
13 Maggio 2013
Show all

Introduzione a Wikimedia Commons, parte due: categorizzare

“Ogni cosa al suo posto e un posto per ogni cosa”: questa è l’utilità delle categorie. In un progetto vasto come Wikimedia Commons è importantissimo che il materiale sia correttamente catalogato, altrimenti come si fa a trovarlo? 🙂

Aggiungere una categoria

Ci sono tre modi possibili per categorizzare le vostre foto:
1. aggiungere le categorie in fase di caricamento;
2. modificare la pagina del file una volta che è state caricato;
3. usare un gadget.

Nel primo caso vi basterà indicare le categorie nell’apposita casella che comparirà durante la procedura di upload.

Nel secondo caso dovrete andare a lavorare direttamente sulla pagina: cliccate su “Modifica” e scrivete, in fondo,

[[Category:Nome_Categoria]]

cliccate su “Visualizza anteprima” e se è tutto in ordine salvate. Avete categorizzato il vostro primo file!

La terza opzione, infine, si chiama HotCat.
HotCat è uno strumento che vi permette di categorizzare i file in maniera facilitata, senza dover modificare la sintassi della pagina. Per attivarlo (dopo aver effettuato il log-in!) cliccate su “Preferenze”, in alto a destra, poi su “Accessori” e scorrete la pagina fino alla sezione “Strumenti per le categorie”. Spuntate la casella “HotCat” e andate a lavorare sulle vostre foto 🙂
Questo è l’aspetto che avranno le pagine dopo aver attivato HotCat:

categorie1

Per aggiungere una nuova categoria cliccate sul simbolo (+) e iniziate a digitarne il nome. Il sistema vi invierà dei suggerimenti tra cui scegliere:

categorie2

Ricordate che le maiuscole contano! Una volta scritto o trovato il nome della categoria, date l’Ok.
Se c’è una categoria sbagliata, invece, potete rimuoverla cliccando sul simbolo (-) che compare vicino al suo nome.

Scegliere una categoria

La regola base della categorizzazione è che ogni file va inserito nella categoria più specifica possibile. Se necessario si possono inserire più categorie, sempre tenendo a mente questo principio. Seconda cosa importante è che su Commons le categorie sono in inglese: armatevi di traduttore automatico e abbiate pazienza.  Una volta capito il meccanismo, diventerà un gioco anche divertente 🙂
Cosa si intende con “categoria più specifica possibile”? Come la trovo?
Guardate l’immagine che volete categorizzare: cosa ritrae? Una persona, un oggetto, una città?  A partire dall’idea generale potete fare una ricerca nell’albero delle categorie. Digitate il nome in inglese della macro categoria che avete pensato e vi verranno mostrate tutte le categorie collegate. Potete espanderle cliccando sul simbolo (+) vicino al nome e continuare finché non arrivate alla definizione più precisa del soggetto della foto: quella è la vostra categoria! Ripetete l’operazione se necessario, ma state attenti a non sovracategorizzare: un’immagine inserita nella categoria Roma non va inserita anche nella categoria Lazio e Italia, poiché la categoria Roma è già in Lazio e Italia.

Nella prossima lezione, un post speciale sulla categorizzazione dei monumenti!

Comments are closed.