Tempo di fundraising per Wikipedia
9 Novembre 2008
Libro verde su «Il diritto d’autore nell’economia della conoscenza»
1 Dicembre 2008
Show all

La Musica finalmente senza limiti

Wikimedia Musica (link esterno)

Il primo sito italiano, libero da ogni forma di pubblicità, che raccoglie musica rilasciata con licenza copyleft: debutta al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza (29 e 30 nov.) la nuova iniziativa targata WMI

Wikimedia Musica (http://musica.wikimedia.it) è il progetto creato da Wikimedia Italia (l’Associazione per la diffusione della conoscenza libera corrispondente italiana della Wikimedia Foundation) per la libera diffusione della musica.
Proprio come Wikipedia è un’enciclopedia che chiama in causa il lettore per sollecitare il suo spirito critico, Wikimedia Musica vuole formare un gusto musicale critico, non imposto dalle grandi case musicali, attraverso la collaborazione fra artisti e appassionati.
Internet ha un’enorme potenzialità di diffusione e promozione della musica (oltre che della cultura in generale), che però è limitata dalla scarsa diffusione delle licenze copyleft nonché dallo strapotere delle major a livello di canali distributivi. Oggi, in seguito alla distruzione di Napster che godeva di una sorta di monopolio, la promozione e distribuzione più o meno clandestina e illegale di musica in internet (attraverso MySpace o le reti paritarie di condivisione) porta solo a una quantità sterminata di microscopiche nicchie in scarsa comunicazione l’una con l’altra e poco organizzate.
Noi crediamo che le licenze libere siano il sistema migliore per la promozione della musica: dal punto di vista dell’appassionato perché permettono di fruire dei contenuti liberamente, gratuitamente e legalmente per uso personale (anche in mancanza di una legge che lo permetta a priori); dal punto di vista dell’artista perché consentono una più agevole diffusione delle opere musicali.

Abbiamo quindi deciso di mettere a disposizione di tutti gli utenti un vero e proprio portale che possa da un lato ospitare le opere di band e musicisti (riservando uno spazio idoneo a caricare tutti i brani rilasciati con licenza libera), e dall’altro fornire uno spazio anche ai gruppi e solisti emergenti ma non ancora noti al pubblico, dando loro la possibilità di inserire una breve biografia e un brano a scelta fra quelli da loro realizzati.
Crediamo che diventi così possibile la realizzazione di un modello di diffusione della musica più diretto, che salti gli intermediari e che possa mettere direttamente in comunicazione l’artista e l’ascoltatore. Tale modello potrebbe permettere agli artisti emergenti di essere meno dipendenti dalle grandi etichette e dal sistema di compensi pensato su loro misura e gestito dalla SIAE. Tutto ciò non esclude affatto il giusto guadagno che può derivare dal proprio lavoro artistico! Non è infatti vero che le licenze libere sono a priori contro il concetto di lucro. Wikimedia Musica permette così di scegliere una licenza (ad esempio, le Creative Commons cc-by-nc) che non consente il riutilizzo commerciale delle opere e quindi riserva lo sfruttamento economico ai soli detentori dei diritti.
Wikimedia Musica vuole essere un assaggio di ciò che potrebbe essere il mercato della musica visto in un’ottica di diffusione libera e dove le distinzioni tra creatore, produttore e fruitore non sono più così nette come accade oggi.

Per contattare Wikimedia Musica: info at wikimedia.it
Per approfondire:
https://www.wikimedia.it/
http://www.audiocoop.it/

Autore del post: Wikimedia Musica, licenza GFDL + CC-BY-SA