Un Wikipediano in Residenza all’Accademia delle Scienze di Torino

Francisco Ardini: il wikipediano più a Sud del mondo, in diretta dall’Antartide
4 Febbraio 2020
Vieni a conoscere la comunità OpenStreetMap: appuntamento a FOSS4G-it 2020
11 Febbraio 2020
Show all

Un Wikipediano in Residenza all’Accademia delle Scienze di Torino

L’Accademia delle Scienze di Torino sceglie i progetti Wikimedia per diffondere la conoscenza delle discipline scientifiche: a partire da marzo 2020 la celebre istituzione sabauda ospiterà presso la sua sede un contributore esperto dei progetti collaborativi, che aiuterà il personale dell’ente a rendere accessibile a tutti, con licenze aperte, il suo prezioso patrimonio.

La collaborazione tra Wikimedia Italia e l’Accademia, già confermata a fine 2019 con la sottoscrizione di una convenzione, inaugurerà con un ciclo di otto sessioni formative dal taglio laboratoriale in cui i dipendenti dell’istituzione impareranno come contribuire a Wikipedia, Wikimedia Commons, Wikisource, ecc. confrontandosi positivamente con la comunità e nel pieno rispetto delle linee guida.

Fin dal primo incontro, programmato per mercoledì 4 marzo, gli operatori potranno “mettere le mani in pasta”, lavorando su materiali già messi a disposizione dall’ente; tra questi, un considerevole numero di ritratti degli illustri (e in buona parte enciclopedici!) soci dell’Accademia, con cui sarà possibile arricchire diverse voci biografiche, e non solo.

Non mancheranno anche appuntamenti aperti al pubblico, per coinvolgere i cittadini e renderli partecipi di questo percorso: già in programma per venerdì 3 aprile, in occasione di Archivissima, una wikigita fotografica all’Accademia seguita da una conferenza sulle “Donne di scienza” mentre giovedì 28 maggio sarà la volta del Museo Egizio, importante “vicino di casa” dell’Accademia.

“Oggi anche gli enti con una storia alle spalle antica come la nostra e dotati di un patrimonio librario e documentale consistente” – affermano le responsabili del progetto per l’Accademia, Elena Borgi e Chiara Mancinelli “Guardano al futuro della conoscenza attraverso strumenti che hanno saputo innovare il mondo della ricerca e sono diventati sempre più l’accesso preferenziale all’informazione. Grazie al supporto economico della Regione Piemonte che ha creduto nel progetto l’Accademia è il primo ente piemontese ad avviare una collaborazione stabile con Wikimedia Italia.”

Vi terremo aggiornati sugli sviluppi di questa importante collaborazione e sui futuri incontri in programma: la Scienza non è mai stata così accessibile!

Nell’immagine: Atti della Reale Accademia delle Scienze di Torino (1866-1927). Pubblico dominio, via Wikimedia Commons

1 Comment

  1. Ennio Pittureri ha detto:

    Che la Reale Accademia delle scienze di Torino sia la prima ad aprire le porte a Wikipedia è una cosa bellissima, il nostro paese è ricco di tesori custoditi in archivi , biblioteche e accademie è cosa nota , tesori che però per lo più restano in scaffali polverosi per i pochi ricercatori . Wikipedia è certamente il mezzo più efficace per portare fuori dagli scaffali questi documenti. Se verranno cordonati ne verrà fuori la nostra storia non per narrazione ma dalla realtà del documento, il documento stesso oltre al fatto di cui si occupa è una testimonianza paleografica , storia della stampa e della grafica nonché evoluzione del linguaggio. Benissima iniziativa!!!
    Ennio Pittureri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.