Cresce la comunità OpenStreetMap: raggiunta la quota dei 4 milioni di utenti

castello_federiciano_web
L’impatto positivo di Wikipedia sul turismo: uno studio stima la crescita a +9%
12 luglio 2017
scuola_per_operai_di_linee_e_reti_web
#WikiTIM a Napoli: create sei nuove voci Wikipedia su cultura tecnologica e digitale
12 luglio 2017
Show all

Cresce la comunità OpenStreetMap: raggiunta la quota dei 4 milioni di utenti

800px-50milionesimo_changeset_web

Sta crescendo esponenzialmente il numero di persone interessate a fare parte della comunità di OpenStreetMap: la “Wikipedia delle mappe” ha raggiunto e superato pochi giorni fa (il 29 giugno) la soglia dei 4 milioni di utenti iscritti.

osm-user

Numero di utenti registrati a OpenStreetMap – grafico esportato dal sito web OSMstats, creato dall’utente Pascal Neis

Si tratta di un traguardo rilevante per la piattaforma: come mostra il grafico in figura  – esportato dal sito web OSMstats, creato dall’utente Pascal Neis – nel biennio 2015/2017 il numero di iscritti è raddoppiato e ci si aspetta che possa crescere ancora di più nei mesi a venire.
In correlazione all’aumento del numero di utenti registrati cresce anche la quota di utenti attivi giornalmente che, dai 2000 attestati nel 2012, sono aumentati fino a diventare oltre 4500: il lavoro volontario degli OSMer più assidui ha tra l’altro consentito di raggiungere proprio in questi giorni la soglia dei 50 milioni di caricamenti nel database.

Il 50 milionesimo caricamento ha un valore simbolico oltre che numerico in quanto opera di un utente che stava collaborando a un progetto di Missing Maps in Indonesia, ossia a uno dei programmi nati con l’obiettivo di mappare preventivamente regioni particolarmente interessate dal rischio di disastri naturali, in mo do da disporre un buon supporto cartografico in caso di emergenze.

La piattaforma infatti non interessa solo mappatori appassionati ma anche – ad esempio – Vigili del Fuoco e Protezioni Civili, che sempre più se ne servono per la prevenzione e gestione delle emergenze e per le misure di soccorso.

La partecipazione di nuove categorie di utenti, interessati a utilizzi specifici della piattaforma, ha consentito di migliorare qualitativamente la mappatura e di arricchirla con nuovi elementi: ad esempio, oggi sono circa 13.000 gli idranti mappati sul territorio italiano rispetto alle poche centinaia di due anni fa.
Anche la mappatura della rete sentieristica italiana sta conoscendo un incremento in qualità e quantità, grazie alla partecipazione di un numero crescente di soci CAI (Club Alpino Italiano) che  stanno familiarizzando con la piattaforma.

Nell’immagine di copertina: Il 50 milionesimo changeset su OpenStreetMap. Screenshot di Alessandro Palmas (WMIT), CC BY-SA 4.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *