Wikipedia va a scuola grazie a voi! 

800px-indonesian_nurse_examines_patient_web
L’informazione scientifica su Wikipedia: un seminario alla Statale di Milano
15 giugno 2017
lyon_hackathon_2015_i18n_table
Opportunità di lavoro: Wikimedia Italia cerca un Project Manager Area Didattica e un Wikipediano in Residenza per ICAR
16 giugno 2017
Show all

Wikipedia va a scuola grazie a voi! 

grazie

L’enciclopedia libera arriverà quest’anno a numerosi alunni delle scuole italiane grazie a tutti voi, che in questi giorni ci avete supportato inviando SMS e chiamando il numero solidale 45522, avete partecipato al nostro quiz #wikipediascuola su Facebook e vi siete fatti portavoce della nostra iniziativa attraverso i social e il passaparola.
La nostra campagna 2017 con numero solidale si è conclusa questo lunedì, 12 giugno. Il nostro obiettivo: portare l’enciclopedia libera e i progetti Wikimedia nelle classi con il progetto “Wikipedia va a scuola”, per trasmettere ai docenti e agli studenti delle scuole italiane il valore della cultura libera e collaborativa.
I contributi raccolti grazie alla campagna ci consentiranno di organizzare almeno cinque corsi in scuole secondarie superiori italiane che ancora non hanno avuto occasione di ospitare le nostre lezioni: guidati dai nostri esperti wikipediani, gli studenti e gli insegnanti impareranno a contribuire attivamente a Wikipedia e ai progetti fratelli Wikimedia, ad analizzare le fonti con spirito critico e a confrontarsi in modo costruttivo con una comunità internazionale.
L’iniziativa quest’anno ha trovato il supporto di tanti importanti media partner, che l’hanno sostenuta e le hanno dato visibilità attraverso i loro canali: La7, Mediafriends, Radio Deejay, Radio Number One, Radio Vaticana, Cairo Pubblicità, Hearst, Internazionale, Libero, Il Giorno, Repubblica.it, Vita.it sono solo alcuni dei soggetti che ci hanno aiutato a portare il nostro messaggio a tutti voi e a cui va un sentito ringraziamento.
Fondamentale per la riuscita della campagna è stato inoltre il supporto delle diverse compagnie telefoniche (Wind | 3, TIM, Vodafone, PosteMobile, Coop Voce, Tiscali, TWT, Convergenze, Infostrada e Fastweb) che hanno messo a disposizione il servizio di telefonia fissa e mobile e dell’agenzia di comunicazione che ci ha seguiti, Aragorn.
L’esperienza è stata infine per noi anche un’occasione per raccontarvi le storie di chi ogni giorno insieme a noi diffonde la cultura libera nelle scuole e contribuisce, modificando e creando nuove voci su Wikipedia e lavorando sugli altri progetti fratelli, a costruire un sapere di tutti: le testimonianze dei nostri soci e collaboratori Ferdinando, Grazia, Marco, Luigi ci rendono orgogliosi di stare percorrendo questa strada insieme a voi.
E abbiamo ancora molto da fare insieme! In questa sezione del nostro sito web, nel diario di bordo della nostra “wikina” e sui nostri canali social troverete tutti gli aggiornamenti sulle nostre future attività con le scuole.
Ancora un grazie a tutti voi per la fiducia e il sostegno che continuate a dimostrare verso le nostre attività e per credere, insieme a noi, in una cultura libera, che sia davvero per tutti.

Nell’immagine: Elaborazione grafica di Francesca Ussani (WMIT) a partire da uno screenshot del video “Sapere”, realizzato da Wikimedia Italia – opera propria, CC BY-SA 4.0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *