Filiera dell’open e beni comuni digitali: la rivoluzione culturale passa di qui
29 novembre 2018
Wikipedia: uno strumento per cambiare l’ecosistema formativo
3 dicembre 2018
Show all

Festeggiamo Wikisource rileggendo!

Wikisource, la biblioteca libera e collaborativa, ha da poco compiuto quindici anni. Come da tradizione, la comunità degli utenti attivi sull’edizione in lingua italiana del progetto ha deciso di lanciare un contest di rilettura per festeggiare questa ricorrenza.
In che cosa consiste il concorso? Per partecipare basta scegliere tra i libri selezionati dalla comunità e rileggere, ossia controllare – seguendo le convenzioni di Wikisource – che il testo trascritto corrisponda alla scansione del volume originale digitalizzato sulla piattaforma.
La scelta dei volumi da rileggere quest’anno è ampia e accontenta tutti i gusti: dal commento alla Divina Commedia di Francesco Buti al Decameron di Boccaccio, passando per Deledda, D’Annunzio e Serao. Interessanti anche i focus tematici sulla Grande Guerra – di cui ricorre quest’anno il centenario – la montagna, il femminismo e il viaggio. E nonostante la maggior parte dei testi sia in lingua italiana, per chi si vuole divertire c’è anche una piccola selezione di libri in diversi dialetti regionali, da Milano a Napoli.
Il termine ultimo per concorrere sono le 23:59 di sabato 8 dicembre (qui tutte le informazioni sulle condizioni di partecipazione e il regolamento): in palio per i primi classificati tre buoni acquisto offerti da Wikimedia Italia da spendere presso le principali librerie online.
Lettori seriali, questa è la competizione che fa per voi: potrete leggere alcuni testi significativi della letteratura italiana e, al contempo, contribuire all’ambizioso obiettivo di Wikisource di raccogliere, conservare, catalogare documenti e testi liberi da copyright per metterli a disposizione di tutti.
Cosa aspettate a partecipare? Buona (ri)lettura!

Nell’immagine: Sant’Antonio da Padova, illustrazione di Wilhelm Busch. Pubblico dominio, via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *