Fondazione Torino Musei, aperta per foto
6 Agosto 2014
Come si vince
12 Agosto 2014
Show all

Premio speciale “Gran Paradiso”

Non solo nuove illustri adesioni arricchiscono l’edizione 2014 di Wiki Loves Monuments, ma anche gradite conferme, come quella della Fondazione Gran Paradis. Per il terzo anno consecutivo, infatti, l’ente che tutela il versante valdostano del territorio del Parco Nazionale Gran Paradiso ha autorizzato la pubblicazione di immagini, con licenza libera, delle strutture sotto la sua giurisdizione:

  • Castello di Introd e annessa cascina la Ola
  • Maison Bruil di Introd
  • Maison de Cogne Gérard Dayné
  • Châtel-Argent di Villeneuve
  • Villaggio minatori e Centro espositivo Alpinart – Le miniere di Cogne
  • Centri visitatori del Parco Nazionale Gran Paradiso di Cogne, Rhêmes-Notre-Dame e Valsavarenche
Chatel_Argent_sotto_la_luna

Châtel Argent sotto la luna, di Alexis Courthoud (Own work) [CC-BY-SA-3.0], via Wikimedia Commons

Il territorio del Gran Paradiso unisce natura, cultura, architettura rurale e storia locale, rivelandosi così la perfetta incarnazione della definizione di “monumento” proposta dall’UNESCO e adottata dal nostro concorso.

Questa commistione di elementi, non a caso, è il tema fondante del premio speciale “Gran Paradiso” promosso dalla Fondazione, che darà un riconoscimento alla fotografia che ritrae il miglior inserimento di un monumento culturale nel contesto naturale.

Come si legge nel Regolamento, il vincitore si aggiudicherà un “pacchetto soggiorno nel territorio del Gran Paradiso comprendente un pernottamento con colazione per 2 persone presso la Maison Chante Lune di Introd (Ao), nel Gran Paradiso, e 2 Fondation Grand Paradis Pass per visitare 10 siti naturalistici e culturali del territorio (valore 150 Euro)”.

Programmate al meglio la vostra escursione fotografica nel Parco del Gran Paradiso consultando la pagina con tutte le informazioni e gli orari di apertura delle diverse strutture e contribuite con le vostre fotografie e la vostra sensibilità a valorizzare il patrimonio naturale e culturale del luogo.

 

 

Comments are closed.