WikiMeUp, la scuola in Trentino diventa digitale con i progetti Wikimedia

Wiki Loves Monuments, un concorso per la libertà di panorama: il nostro convegno a Torino
28 Novembre 2019
Le storie di Wiki Loves Monuments: Ferrara in bianco, nero e…oro!
3 Dicembre 2019
Show all

WikiMeUp, la scuola in Trentino diventa digitale con i progetti Wikimedia

Libro, penna e…pagina di Wikiversità, Wikivoyage o Vikidia aperta: grazie al progetto “WikiMeUp, finanziato da Fondazione Caritro, questa sarà la modalità di lavoro in classe e gli strumenti che sperimenteranno nei prossimi due anni gli studenti e docenti di cinquanta classi in quattro scuole del Trentino – l’Istituto Comprensivo Aldeno-Mattarello, l’Istituto Comprensivo Valle di Ledro, l’Istituto Comprensivo Isera Rovereto e il Liceo Maffei di Riva del Garda – con il supporto dei nostri soci Matteo Ruffoni e Valeria Framondino.
Già da quattro anni io e Valeria, entrambi insegnanti, siamo attivi sul territorio trentino e impegnati quotidianamente a portare le piattaforme Wikimedia in classe, come strumento abituale di supporto alla didattica – ci ha raccontato Matteo – “WikiMeUp” ci offre l’occasione di fare rete con le altre scuole e ampliare il nostro “bacino di influenza”, che al momento è di circa 60/100 studenti all’anno. Ma non solo! Questo percorso ci offre anche anche l’opportunità di formare altri docenti all’uso dei wiki stimolando così una diffusione capillare di questo modello didattico digitale e collaborativo, per una scuola davvero al passo con i tempi.

Le classi coinvolte in “WikiMeUp” – tutte di studenti tra i 9 e i 13 anni ad eccezioni di alcune sezioni di Liceo, potranno scegliere su quali temi e quali progetti wiki utilizzare a seconda dei loro programmi didattici e dei docenti che aderiranno; come spiega Matteo Ruffoni: i progetti collaborativi sono malleabili e consentono di lavorare su molteplici argomenti e sulle diverse materie di insegnamento. Abbiamo già una classe al lavoro sui personaggi storici del Risorgimento, mentre altre saranno impegnate ad arricchire pagine di Wikivoyage o Vikidia sul patrimonio culturale del territorio. Un’attività molto efficace e coinvolgente, specialmente con i più giovani, è creare mappe tematiche online in modo collaborativo: divertente e formativo.

Nonostante l’attività didattica legata a “WikiMeUp” sia già partita in alcune delle scuole, si terrà a inizio dicembre un simbolico evento  di “taglio del nastro”: una festa online con tutte le classi coinvolte per conoscersi (almeno virtualmente!) e dare un volto a questa piccola grande comunità, pronta ad affacciarsi nell’universo dei progetti Wikimedia.

Buon lavoro, ragazzi!

Nell’immagine: Una delle classi coinvolte nel progetto WikiMeUp al lavoro sui progetti Wikimedia. Di Valeria Framondino, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.