L’ Archivio di Stato di Firenze apre le porte ai progetti Wikimedia

Il nostro 2016 con voi. Newsletter n. 141 del 9 marzo 2017
9 marzo 2017
artfeminism_base_milano_11marzo2017_05_web
Donne e arte: più di 80 voci Wikipedia nuove o migliorate grazie all’edizione 2017 di Art + Feminism in Italia
15 marzo 2017
Show all

L’ Archivio di Stato di Firenze apre le porte ai progetti Wikimedia

archivio-firenze

L’8 marzo, in occasione della Giornata Internazionale della Donna, l’Archivio di Stato di Firenze ha ospitato l’evento “Wikipedia in Archivio, Archivi in Wikipedia”.
L’appuntamento – promosso insieme a Wikimedia Italia e l’Associazione Archivio per la memoria e la scrittura delle donne “Alessandra Contini Bonacossi“, in collaborazione con Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Toscana, Soroptimist Firenze e ANAI Sezione Toscana e con il sostegno di Enegan Luce & Gas – rappresenta la prima occasione di scambio tra la comunità Wikimedia e un Archivio di Stato italiano.
In particolare, l’iniziativa – che si inserisce nel quadro del contest internazionale “La mujer que nunca conociste” (Le donne che non avete mai conosciuto) – è nata con l’obiettivo di promuovere l’uso delle fonti archivistiche allo scopo di arricchire e creare nuove voci biografiche su donne nell’enciclopedia libera.
L’evento ha visto la partecipazione di Carla Zarrilli, Direttrice dell’Archivio e Diana Toccafondi, Soprintendente archivistico e bibliografico per la Toscana, che nei loro interventi introduttivi hanno espresso l’interesse a collaborare per promuovere il patrimonio culturale sul web attraverso i progetti Wikimedia.
All’incontro hanno preso parte un cospicuo numero di archivisti e bibliotecari, che hanno seguito con grande interesse le relazioni in programma, prendendo coscienza dell’importante contributo che potrebbero dare a progetti come Wikipedia se decidessero di collaborare migliorando le voci relative ai loro ambiti professionali ed ai patrimoni presente nei loro istituti.
Inoltre, sono state oggetto di discussione e ispirazione le esperienze avviate da archivi stranieri che, in collaborazione con le associazioni Wikimedia locali, hanno deciso di donare alla comunità wikimediana migliaia di immagini, rendendole disponibili su Wikimedia Commons, con l’obiettivo di incrementare l’illustrazione delle voci con immagini di qualità e di promuovere nel web i loro patrimoni.
Grande interesse ha suscitato anche l’uso di Wiksource, la biblioteca digitale della comunità wikimediana, per la trascrizione di documenti di archivio.
Il dibattitosi è chiuso con un intervento di Susanna Peruginelli di MAB Toscana, che ha illustrato le potenzialità di Wikidata, progetto nato con l’obiettivo di raccogliere i dati strutturati delle 280 versioni linguistiche di Wikipedia e renderli disponibili in modo aperto per costruire il web semantico. Si tratta di uno strumento molto interessante per gli archivisti e i bibliotecari che da secoli si occupano di gestire e organizzare grandi quantità di informazioni in ambito culturale e che possono ora divenire partner altamente qualificati dei wikimediani che stanno contribuendo allo sviluppo del progetto.
Nel pomeriggio si è svolto un breve workshop di scrittura su Wikipedia, a cura delle socie di Wikimedia Italia Susanna Giaccai e Manuela Musco, che hanno curato l’organizzazione dell’evento e il rapporto con l’Archivio.

Nell’immagine: L’evento Wikipedia in Archivio, Archivi in Wikipedia ospitato l’8 marzo 2017 presso l’Archivio di Stato di Firenze. Foto di Manuela Musco – opera propria, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *