Tredici voci Wikipedia per ricordare la Shoah: il nostro Giorno della Memoria a Milano

Linux Winter Day Albino, le esperienze dei nostri soci
13 febbraio 2019
Dai libri ai wiki il passo è breve: vi accompagniamo noi! – Newsletter n. 187 del 13 febbraio 2019
13 febbraio 2019
Show all

Tredici voci Wikipedia per ricordare la Shoah: il nostro Giorno della Memoria a Milano

Il 27 gennaio si è celebrato in tutto il mondo il Giorno della Memoria, la ricorrenza istituita per commemorare le vittime dell’Olocausto.
Per l’occasione, tredici volontari wikipediani provenienti da Genova, Padova, Pavia, Varese, Roma e Milano si sono riuniti al Memoriale della Shoah di Milano per una maratona di scrittura su Wikipedia volta ad arricchire e creare nuove voci su libri, personaggi storici legati alla Shoah e associazioni impegnate a tenere viva la memoria di questo tragico periodo storico.
In un’area attrezzata con connessione veloce, protetta dai numerosissimi visitatori giunti ad esplorare il Memoriale in questa significativa occasione, il piccolo gruppo ha lavorato con costanza ed attenzione scrivendo e migliorando tredici voci dell’enciclopedia libera, di cui dodici che prima non esistevano affatto.
Basandosi sul materiale gentilmente messo a disposizione dal Memoriale e dalla Fondazione Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea CDEC – di cui una rappresentante era presente all’evento – ma anche recuperato dagli stessi volontari, i partecipanti hanno ripercorso le storie di personaggi e istituzioni legati all’Olocausto in un luogo che ne conserva ancora la memoria.
Tra questi la piccola Sissel Vogelmann, deportata e uccisa a soli 8 anni nel campo di sterminio di Auschwitz, o Ala Gertner, che sempre ad Auschwitz fu impiccata per aver tentato insieme ad altre donne di ribellarsi e fuggire.
I contenuti prodotti durante questa giornata sono andati a completare il lavoro dei diversi utenti attivi sul Progetto: persecuzioni, deportazioni e crimini del periodo nazi-fascista, una sezione di Wikipedia dedicata a chi vuole occuparsi della stesura di voci relative a personaggi, eventi storici, film e libri di quest’epoca buia.
È così che Wikipedia può diventare essa stessa un “luogo della memoria”, dove catturare e custodire testimonianze storiche perché tutti possano conoscere, condividere e ricordare.
Il nostro grazie va così ai nostri volontari che, grazie al loro entusiasmo e affiatamento, hanno contribuito a portare sull’enciclopedia libera un piccolo tassello in più su un importante pezzo di storia, e al Memoriale della Shoah di Milano, in particolare, alla Dott.ssa Talia Bidussa, per averci ospitati.

Nell’immagine: Editathon al Memoriale della Shoah nel Giorno della Memoria. Di Settimioma, CC BY-SA 4.0, via Wikimedia Commons

1 Comment

  1. Nemo ha detto:

    Che foto drammatica, sembra l’ultima cena! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *